Bilancio Sociale





BILANCIO SOCIALE


2014


Solidarietà - Società Cooperativa Sociale
Telefono - 0803839635
Fax - 0803836367
Cellulare - 3929051633
email – info@solidarietacoop.it
email Pec - solidarieta@pec.it
Sito - www.solidarietacoop.it

Introduzione e Nota Metodologica

Il Bilancio sociale si conferma per la Cooperativa Solidarietà un primario strumento di rendicontazione delle proprie attività e dei risultati in ambito economico, ambientale e sociale, nonché un fondamentale strumento di informazione e dialogo con i propri “stakeholder”.
Ogni organizzazione sociale è responsabile degli effetti che la propria azione produce nei confronti dei suoi interlocutori e della comunità. Tale responsabilità richiede di dar conto della propria azione ai diversi interlocutori, costruendo con essi un rapporto fiduciario e di dialogo permanente.

Oggetto

Il Bilancio Sociale rappresenta uno degli appuntamenti aziendali più attesi perché costituisce l’occasione privilegiata per condividere verso l’interno e l’esterno quello che la Cooperativa rappresenta e svolge, e come agisce oggi anche nel rispetto della norma SA8000. La SA 8000 è lo standard più diffuso e riconosciuto a livello internazionale di garanzia del rispetto delle regole e dell’etica nelle condizioni di lavoro, coniugando sempre le valutazioni imprenditoriali con la Responsabilità Sociale d’Impresa.

Il bilancio sociale tiene conto delle diverse tipologie di interventi posti in essere dalla Cooperativa nell’esercizio delle proprie funzioni e nell’ambito delle proprie competenze, quali la formulazione, la realizzazione di piani, programmi e progetti, le azioni di tipo normativo e l’erogazione di servizi.
Il bilancio sociale rende conto non solo di ciò che è stato direttamente attuato dall’azienda, ma anche dell’attività di soggetti pubblici e privati che concorrono alla realizzazione degli obiettivi aziendali.

Metodologia adottata per la redazione

Abbiamo cercato di elevare il grado di conformità ai modelli di rendicontazione più diffusi e più autorevoli. I nostri modelli di rendicontazione di riferimento sono:
  • a livello nazionale - Agenzia per le organizzazioni non lucrative di Utilità Sociale;
GBS - Gruppo di Studio per il Bilancio Sociale;
  • a livello internazionale - GRI - Global Reporting Iniziative.

Modalità di utilizzo e di pubblicizzazione

Il Bilancio Sociale è pubblicato sul Sito Web della Cooperativa ed è consultabile e/o scaricabile liberamente garantendo i diritti alla trasparenza, veridicità, correttezza, partecipazione, condivisione a cui la Cooperativa fa costante riferimento. Copie del Bilancio Sociale vengono spedite per mail agli Stakeholder accompagnate da una lettera di presentazione e un breve questionario quale possibilità di raccolta di un eventuale riscontro o suggerimento. Il Bilancio Sociale inoltre è strumento di lavoro quando viene presentato per la partecipazione a Gare di Appalto a cui la Cooperativa Solidarietà risponde.

Oggetto Sociale

La Cooperativa, secondo i principi della mutualità e senza fini di speculazione privata, conformemente all’art. 1 della Legge 381/1991, si propone di perseguire in modo organizzato l'interesse generale della comunità alla promozione umana e alla integrazione sociale dei cittadini attraverso lo svolgimento di attività diverse coerentemente anche a quanto disposto dalla Legge della Regione Puglia n. 21/93. Nello specifico, “Solidarietà Società Cooperativa Sociale” si propone quale scopo principale, ma non esclusivo, di realizzare servizi socio-sanitari ed educativi volti alla promozione umana e sociale della comunità civile, attraverso il sostegno ai soggetti in stato di bisogno. La Cooperativa, inoltre, ha per scopo quello di ottenere, tramite la gestione in forma associata, la continuità di occupazione lavorativa e le migliori condizioni economiche, sociali e professionali per i soci lavoratori ai sensi e per gli effetti di cui alla legge 142/2001. Per il raggiungimento e in funzione di quanto sopra la cooperativa intende operare attraverso le attività di cui al successivo articolo 4), mediante l’erogazione di servizi socio-assistenziali-sanitari ed educativi, ai sensi dell'articolo 1 lettera a) della legge n. 381 del 8 novembre 1991.


Dati Anagrafici e Forma Giuridica


Denominazione
Solidarietà - Società Cooperativa Sociale

Indirizzo della sede legale e delle sedi operative
Sede Legale - nel Comune di Binetto Str. Prov. per Sannicandro snc c7o RFI -Stazione ferroviaria di Grumo Appula - 70020 Binetto

Sedi Operative (come da C.C.I.A.A.)
  • Bitetto (BA) – Via Patrioti Bitettesi,6
  • Gioia del Colle (BA) - Largo Scarpetta,1-2
  • Bari (BA) – Via Camillo Rosalba, 38/D
  • Sammichele di Bari (BA) – Via Indro Montanelli, 3 - Ufficio
  • Grumo Appula (BA) – Via Zara 34
  • Bitetto (BA) - Piazzale Beato Giacomo 2
  • Corato (BA) – Via Fausto Coppi,11
  • Putignano (BA) – Viale Europa, 26/A
  • Palo del Colle (BA) – Via Madonna delle Grazie 1
  • Foggia (FG) – Via Gramsci, 39
  • Noci (Ba) - Via Romanazzi sn
  • Melfi (PZ) Largo M.Mancini, 7
  • Molfetta Via Sigismondo, 3 presso Coop Salute e Benessere
  • Giovinazzo Piazza Umberto I, 14 presso Associazione Culturale Musicale G.Verdi


Riferimenti alle iscrizioni negli Albi e Registri previsti dalla normativa vigente

Registro Imprese - Camera di Commercio di Bari- C.C.I.A.A. – N.REA 331120 – Del 19 – 02-1996
Iscritta C.C.I.A.A. per il seguente Settore di Attività – Servizi Socio Assistenziali Sanitari ed Educativi Registro Prefettizio - Cooperative Sociali – Sezione produzione Lavoro e sociale TIPO A - D.P. n. 571 del 9-10-1995
Albo Regionale Cooperative Sociali – Sezione A n. 41 D.P.G.R. n. 180 del 29 -04- 1996 Albo delle Società Cooperative presso il Ministero delle attività produttive giusta decreto del 23/06/2004, al numero A158393 del 08/03/2005


Organo di controllo


Assemblea dei Soci
E’ l’organo sovrano della Cooperativa; le sue deliberazioni prese in conformità dello Statuto e della legge vincolano tutti i soci. L’Assemblea ordinaria approva i bilanci, procede alla nomina della cariche sociali, determina la misura degli emolumenti degli amministratori e dei sindaci, approva i regolamenti interni, delibera
sulle responsabilità degli amministratori e dei sindaci, delibera su eventuali piani di crisi aziendale e di mobilità e di tutti gli altri oggetti attinenti alla gestione sociale riservati alla sua competenza. L’Assemblea straordinaria delibera sulle modificazioni dell’Atto costitutivo e dello Statuto, sulla proroga della durata e sullo scioglimento anticipato della Cooperativa, sulla nomina e sui poteri dei liquidatori, sulla emissione degli strumenti finanziari.

Il Revisore di Conti
Il controllo contabile è esercitato da un Revisore dei conti nominato dall’Assemblea.

Il Coordinatore Generale
Il Coordinatore Generale, in rappresentanza della Direzione, ha la responsabilità di stabilire una politica per la qualità e della Responsabilità Sociale, e di imprimere, promuovere, sorvegliare e sostenere a tutti i livelli aziendali la scelta di operare in regime di assicurazione di qualità sociale e di creare e mantenere la consapevolezza circa l’importanza di soddisfare le esigenze degli stakeholder.

Settore di Attività

La Cooperativa Solidarietà eroga servizi socio sanitari assistenziali per anziani, disabili, minori e nuclei multiproblematici in regime domiciliare, residenziale e semiresidenziale per conto di Enti Pubblici e Privati.

Finalità

La mission della Cooperativa dal suo nascere ad oggi è “ Condividere i bisogni per condividere il senso della vita “ ed è una precisa volontà che si ritrova in tutti di accogliere e rispettare le persone per quello che sono e per quello che possono dare.
La missione di ogni socio e lavoratore della Cooperativa deve essere sempre più quella di farsi cura dell’altro, comprendendone le esigenze e le necessità.

Valori di riferimento


Responsabilità sociale
Intesa come azione nel sociale con un’ ottica di concretezza e di risposta pratica ai bisogni.
Un’ azione che è sempre più interazione, cioè agire con gli altri, per cercare soluzioni e attività condivise. Per una Cooperativa sociale, la responsabilità sociale diventa un elemento costitutivo e si compone di tante piccole o grandi azioni che nel quotidiano vengono compiute nell’interesse di persone in difficoltà.
La responsabilità sociale ci impone di essere propositivi e di costruire percorsi individualizzati per dare risposte alle particolarità e alle caratteristiche di ognuno.
Per questo come Cooperativa abbiamo dato, anche nell’anno trascorso, particolare importanza alla progettualità personalizzata cercando di costruire un’azione di rete insieme a tutte le realtà, i servizi e le amministrazioni coinvolte.
Siamo convinti che la responsabilità sia un elemento da condividere con altri per rafforzarne l’efficacia.

Valore sociale aggiunto
Inteso come possibilità di presa in carico e di azione in favore delle fasce deboli della società. Nelle sue attività lavorative la Cooperativa impiega personale svantaggiato che, guidato da operatori responsabili, svolge le mansioni in modo competente ed efficace.
In questo modo i nostri committenti ci offrono la possibilità di rispondere alle necessità di impiego di persone disagiate della società, creando così un valore aggiunto che deriva dalla ricaduta sociale ed economica del servizio che offriamo.

La territorialità
Costituisce un valore sociale. Interagire ed operare nel contesto sociale e nel territorio è un valore aggiunto a vantaggio di tutta la comunità locale. Questo valore si concretizza nel “saper attivare collaborazioni con altre organizzazioni, integrare altre risorse umane, far ricadere sul territorio il lavoro svolto nei servizi.”
La comprensione della persona
Rappresenta la base dell’essere Cooperativa, un obiettivo che non si può mai considerare raggiunto ma che rappresenta una sfida, a cui tutti gli anni dobbiamo ritornare.

Il rispetto dei diritti dei lavoratori
L’implementazione del Sistema di Gestione SA 8000 testimonia l’ulteriore impegno dell’azienda ad offrire ai propri Soci e Dipendenti le migliori condizioni di lavoro e a garantire un’attenta e puntuale analisi di tutte le condizioni di rischio nell’attività operativa. La tutela del lavoratore viene assicurata tramite l’applicazione e il miglioramento continuo di un sistema di responsabilità sociale.

OBIETTIVI E METODOLOGIA

Il Bilancio Sociale integrato con i requisiti di Bilancio SA8000 risponde al bisogno di informazione e trasparenza voluto dalla Cooperativa, relativamente alle prestazioni derivanti dall’applicazione della SA8000; a tal fine con esso l’AZIENDA si propone di:
  • Migliorare l’immagine e la reputazione sul mercato, e quindi: incremento del numero dei clienti, incremento del fatturato, espansione territoriale dell’azienda;
  • rispettare tutte le norme di legge sia in materia di lavoro e di tutela della salute e sicurezza del lavoratore che dell’ambiente;
  • rispettare tutti i requisiti di regolamenti specifici applicabili all’azienda, tra cui quelli di responsabilità sociale;
  • coinvolgere e consultare i lavoratori anche attraverso i loro rappresentanti per la sicurezza;
  • promuovere la sicurezza e salute sul luogo di lavoro, che è responsabilità di tutta l'organizzazione aziendale, dal datore di lavoro sino ad ogni lavoratore, ciascuno secondo le proprie attribuzioni e competenze;
  • migliorare la soddisfazione dei lavoratori e dei soci;
  • migliorare la soddisfazione dei clienti e degli utenti e quindi: raggiungimento degli obiettivi di budget, costante riduzione del numero dei reclami;
  • rispettare gli impegni contrattuali espliciti ed impliciti;
  • curare la comunicazione verso il cliente e la sua assistenza;
  • comunicare le performances di responsabilità sociale a tutti gli stakeholder interni ed esterni;
  • ridurre il rischio di accadimenti dannosi per l’ambiente e gli incidenti sul lavoro;
  • ottimizzare la redditività delle singole commesse;
  • promuovere, attraverso adeguata formazione, la sensibilizzazione ed il coinvolgimento di tutto il personale interno all’azienda o che opera per conto di essa,

Gli obiettivi specifici sono definiti annualmente dalla Direzione ed il loro andamento è monitorato sistematicamente mediante la rilevazione di indicatori specifici; tali obiettivi sono diffusi all’interno dell’azienda insieme al loro programma di attuazione.
L’azienda si impegna a mettere a disposizione adeguate risorse umane e tecniche per il miglioramento dell’efficacia del Sistema di Gestione e a riesaminare periodicamente la validità e di renderla disponibile pubblicamente alle parti interessate.


Politiche di impresa sociale

Anche nell’anno trascorso è stato evidente che essere Cooperativa sociale significa confrontarsi e rapportarsi con l’essere impresa.
La Cooperativa sociale, come le altre realtà imprenditoriali, deve essere capace di fare i conti con il mercato, offrendo un prodotto/servizio di qualità ad un prezzo competitivo.
Sempre più evidente ci appare il fatto che nessun soggetto sul mercato è disposto a valutare la nostra proposta commerciale con criteri diversi da quelli del mercato.
Non possiamo e non vogliamo giudicare se questa rincorsa al “massimo ribasso” sia dovuta a scarsa sensibilità sociale o sia una conseguenza della crisi economica che spinge gli operatori, sia pubblici che privati, sempre più a cercare di ottimizzare le risorse.
Quello che resta evidente è che occorre integrare l’azione sociale all’interno di una prospettiva imprenditoriale concreta.
Dare risposte ai bisogni delle persone attraverso l’innovazione e la professionalità di chi riesce ad offrire un servizio valido ad un “prezzo di mercato”.
Per completezza occorrerebbe discutere di un tema delicato, ossia se in tutti i soggetti che operano nel mercato vi sia uguale correttezza e attenzione nel rispetto delle regole contrattuali e delle norme legislative in tema di sicurezza e non solo.
La Cooperativa persegue la soddisfazione del cliente offrendo e adeguando tutti i processi alle sue particolari esigenze, implicite ed esplicite, rilevate, e monitorando sia i progressi culturali, sia il raggiungimento degli obiettivi concordati in fase contrattuale. Il cliente assume un ruolo centrale per il successo aziendale; diventa perciò importante conoscerlo a fondo, erogare servizi rispondenti ai suoi bisogni e raggiungere un elevato livello di “customer satisfaction”, mediante l’adozione di un sistema di gestione conforme alla norma UNI EN ISO 9001:2008.
La tutela del lavoratore viene assicurata tramite l’applicazione e il miglioramento continuo di un sistema di responsabilità sociale alla SA 8000:2008

POLITICA AZIENDALE PER LA RESPONSABILITA’ SOCIALE


In ordine all'adozione dello standard SA 8000, la Direzione della Cooperativa. ha individuato come macro obiettivi delle propria politica quello di rendere operante il Sistema di Gestione della Responsabilità Sociale e di migliorarne continuamente l'efficacia .
Nello specifico, il percorso etico intrapreso dall'azienda è volto al completo rispetto di tutte le leggi nazionali e internazionali in materia di lavoro, delle Convenzioni ILO e dei requisiti definiti dalla norma SA 8000.
In particolare la Cooperativa si impegna nei seguenti ambiti:
  • Lavoro infantile: non usufruire o favorire l'utilizzo di lavoro infantile o di giovani lavoratori ancora in obbligo scolastico;
  • Lavoro obbligato: non utilizzare e non ammettere l’impiego di personale contro la propria volontà;
  • Salute e Sicurezza: garantire a tutti i dipendenti un luogo di lavoro sicuro e salubre;
  • Libertà di associazione e diritto alla contrattazione collettiva: rispettare pienamente il diritto dei lavoratori di aderire e formare sindacati ed il diritto alla contrattazione collettiva;
  • Discriminazione: vietare qualsiasi forma di discriminazione, inclusa l'esclusione o la preferenza basata sulla razza, sesso, l'età, la religione, l'opinione politica, la nazionalità o la classe sociale.
  • Procedure disciplinari trattare tutto il personale con dignità e rispetto .
  • Garantire orario di lavoro e straordinari in linea con quanto previsto dal contratto;
  • Remunerazione: vietare qualsiasi scorrettezza che pregiudichi il diritto alla parità di salario tra uomo e donna a parità di mansione svolta. Il diritto di pari opportunità deve essere rispettato anche in fase di assunzione o dimissione e in caso di promozione e formazione. Garantire un salario quanto meno corrispondente agli standard previsti dal contratto.
  • Sistema di gestione: implementare e mantenere attivo un sistema di gestione della responsabilità sociale.
Ciò rappresenta la partenza di un percorso che, mediante cicli di pianificazione, attuazione e monitoraggio e consentirà il continuo miglioramento del sistema.

I principi di base ed i valori su cui si fonda l'impegno dell'azienda sui temi della Responsabilità Sociale comprendono oltre al rispetto dei diritti ed il perseguimento del benessere dei lavoratori:
  • la correttezza, trasparenza e legalità nei rapporti con i fornitori e con tutte le parti interessate;
  • la coerenza tra valori, strategie e comportamenti;
  • l’innovazione tecnologica.

In ciascuno dei settori di attività in cui l'azienda opera, l'obiettivo da perseguire è creare valore per tutto il sistema degli Stakeholder (parti interessate):
  • i dipendenti, garantendone il benessere e la crescita continua in termini di professionalità e competenza sul lavoro;
  • i clienti, soddisfacendone le esigenze in termini di qualità dei prodotti e dei servizi offerti;
  • i fornitori, instaurando rapporti di fiducia, trasparenza e di collaborazione reciproca finalizzati a garantire l'eticità di tutta la catena di fornitura;
  • la società, agendo come azienda responsabile e contribuendo alla crescita e allo sviluppo economico e sociale della comunità.

La Direzione si impegna a diffondere la Politica di Responsabilità Sociale verso tutto il personale, ed a condividerne con esso i contenuti, in quanto il contributo di tutte le Risorse Umane è indispensabile per poter avanzare lungo il percorso etico individuato dalla Cooperativa.
L'impegno della Cooperativa non si esaurisce sul solo versante interno, cioè verso i suoi dipendenti; ma l'azienda intende individuare ed attuare efficaci strumenti per:
  • mantenere un dialogo aperto e trasparente nei confronti di tutte le parti interessate, finalizzato a garantire un'adeguata comunicazione ed informazione sull'impegno intrapreso;
  • riuscire a rispondere, per quanto possibile, alle esigenze e richieste di ciascuno .

La Direzione, inoltre, è impegnata a verificare periodicamente l'efficacia della Politica e del Sistema di Gestione della Responsabilità Sociale attraverso il Riesame del Sistema, in occasione del quale vengono valutate tutte le opportunità di miglioramento delle performance aziendali attraverso la definizione e la verifica del raggiungimento di specifici obiettivi.

Processi decisionali e di controllo


Secondo quanto previste nello Statuto – Art.36 – Amministrazione –la Cooperativa è composta dagli organi amministrativi e dagli organi di controllo.
L'Organo amministrativo può essere nominato per un periodo pari a 3 (tre) esercizi, o per una durata più lunga ed anche a tempo indeterminato, secondo la deliberazione dell’Assemblea, che provvede alla nomina; in mancanza di ogni determinazione detto Organo si intende nominato per tre esercizi sociali e scade alla data nella quale la decisione dei soci approva il bilancio relativo all'ultimo esercizio della carica. Gli amministratori sono rieleggibili.
Il Consiglio di Amministrazione è scelto tra i soci.
Il Consiglio di Amministrazione elegge nel suo seno il Presidente ed il Vice presidente.
Il CDA con verbale n. 273 del 10 ottobre 2013 ha evidenziato la necessità di conferire ed attribuire poteri e deleghe, ai sensi dell’art. 28 2^ punto dello statuto sociale, al Presidente CDA, con i limiti previsti dall’art. 2381 del c.c. e dallo statuto sociale.
Al Presidente, quindi sono stati conferiti i seguenti poteri e deleghe oltre ai poteri di rappresentanza della Società, da esercitarsi liberamente e disgiuntamente dagli altri amministratori:
  • determinare i prezzi del servizi e/o prodotti, presentare offerte e gare ad Enti pubblici e privati, sottoscrivere preventivi, offerte, anche pubbliche e stipulare contratti nei confronti dei clienti per la fornitura di prodotti e e servizi inerenti l’oggetto sociale;
  • instaurare rapporti di lavoro subordinato, ad eccezione delle figure direttive;
  • rappresentare la società in giudizio dinanzi a qualsiasi magistratura in Italia o all’estero, compresi la suprema Corte di cassazione, la Corte costituzionale, la Corte dei conti, il Consiglio di stato, in ogni stato e grado di giudizio, conferire e revocare mandati ad avvocati, procuratori e consulenti tecnici; accettare deferire riferire e prestare giuramenti, anche decisori; richiedere pignoramenti e sequestri conservativi, giudiziari, a mano di debitori o terzi, sporgere denunce e/o querele; rendere dichiarazioni di pignoramenti di terzi pignorati o sequestrati, adempiendo a tutto quanto prescritto dalle vigenti disposizioni di legge; curare l’esecuzione dei provvedimenti giudiziari; rappresentare la società in procedure di fallimento, di liquidazione coatta, di amministrazione controllata di terzi debitori, riscuotendo somme in acconto o saldo e rilasciando quietanza; proporre istanza ed impugnazioni; votare in dette procedure;
  • transazioni ed arbitrati: transigere o conciliare qualsiasi vertenza in sede giudiziale o stragiudiziale, compromettere in arbitri anche irritali e di equità, nominarli e revocarli, deferire vertenze o valutazioni ed arbitratori;
  • rappresentanza in assemblee di società ed enti, rappresentare la società nelle assemblee ordinarie e straordinarie di altre società ed enti determinando ed esercitando il relativo voto;
  • deliberazioni del Consiglio di Amministrazione: eseguire e far eseguire le deliberazione del C.D.A. della società;
  • potere di subdelega: delegare parte dei poteri quivi conferiti, nonché nominare mandatari e procuratori speciale per il compimento di determinati atti nell’ambito dei poteri conferiti;
  • organizzare ed acquistare tutti i beni, materie prime, merci e servizi beni strumentali ed investimenti, stipulare contratti di assistenza di servizi, funzionali alla realizzazione di commesse interne ed esterne; acquistare, anche con contratti a prestazione continuativa o periodica, prodotti e servizi fissando prezzi, termini e condizioni, firmando i relativi atti e contratti;
  • stipulare, sottoscrivere e risolvere contratti di fornitura e somministrazione per ogni genere di utenza;
  • firmare domande, ricorsi ed atti rientranti nei rapporti con la pubblica amministrazione; firmare la corrispondenza, le richieste di notizie ed informazioni, chiarimenti, certificati; sottoscrivere attestazioni ad enti pubblici, solleciti in genere, lettre di trasmissione di documenti, di dati e di notizie e quant’altro di simile che richieda l’apposizione della firma della società, purché riguardante ed attinente alle funzioni ed i poteri conferiti;
  • stipulare, modificare, risolvere contratti di assicurazione per la società, ivi comprese le polizze fideiussorie;
  • effettuare operazioni bancarie: aprire, modificare o estinguere conti correnti presso qualsiasi banca o altro istituto di credito, comprese la Banca d’Italia, le casse di risparmio, le banche popolari, la posta;
  • riscuotere qualunque somma a qualsiasi titolo e per qualunque ragione dovuta alla società, rilasciando le relative ricevute e quietanze sia in acquisto che in saldo;
  • pagare e saldare compensi ai professionisti e fornitori;
  • curare la organizzazione dell’assetto contabile della società;
  • rappresentare la società nei rapporti con qualsiasi ufficio governativo e locale, anche all’estero, con la facoltà di nominare e revocare procuratori speciale e di conferire deleghe a professionisti abilitati; sottoscrivere dichiarazioni relative ad imposte dirette o indirette, moduli e questionari, accettare o respingere accertamenti, addivenire a concordati e definizioni, impugnare ruoli, presentare istanze, ricorsi, reclami, memorie e documenti innanzi a qualsiasi ufficio o commissione tributaria, compresa la commissione centrale delle imposte, incassare rimborsi ed interessi, rilasciando quietanze, in genere; svolgere tutte le pratiche relative a qualsiasi tipo di imposte, dirette, indirette e contributi;
  • richiedere e sottoscrivere finanziamenti bancari e garanzie fideiussorie;

La responsabilità e la direzione dei servizi competono al Coordinatore Generale, una figura aziendale dotata di conoscenze tecnico-aziendali, garantisce al Committente la corretta gestione del servizio, nonché il rispetto degli impegni assunti in sede di gara.


Posizioni Organizzative


La responsabilità e la direzione dei servizi competono al Direttore Generale, una figura aziendale dotata di conoscenze tecnico-aziendali tali da garantire al Committente la corretta gestione del servizio, nonché il rispetto degli impegni assunti in sede di gara.
Per ogni specifica area aziendale è presente un referente qualificato:
  • Coordinatore Generale – coordina l’intera attività lavorativa della cooperativa, garantendo la corretta gestione e svolgimento di tutti i servizi;
  • Responsabile della Sicurezza - professionista specializzato in materie giuridiche ed attento osservatore dell’attività svolte dalla Cooperativa, garantisce il rispetto delle norme in materia di sicurezza sul lavoro ( D.lgs. 81/08 e successive modifiche). Tra le sue mansioni: organizza momenti di formazione specifica e di aggiornamento; vigila costantemente sull’attività lavorativa degli operatori al fine di verificare il corretto utilizzo dei dispositivi di sicurezza; coordina in collaborazione con il medico competente il piano di sorveglianza sanitaria;
  • Referente della Qualità - è il garante del rispetto dei requisiti della norma UNI EN ISO 9001:2008 nella gestione e nello svolgimento dei servizi (ha frequentato apposito corso di specializzazione).
  • Responsabile del Sistema di Gestione dell’Etica – Rappresentante della Direzione della Responsabilità Sociale (RSGE) - ha il compito di garantire il rispetto dei requisiti della SA8000 e di sviluppare i Piani di Intervento da proporre alla Direzione nell’ottica del Miglioramento Continuo del Sistema stesso;
  • Responsabile dei Lavoratori per l’Etica- RS - ha il compito di: facilitare le relazioni tra i lavoratori e la direzione in materie collegate alla SA8000, in uno spirito di collaborazione, reciproca comprensione e salvaguardia dei principi espressi sulla Responsabilità Sociale; gestire ed attivare la procedura di gestione dei Reclami e dei Ricorsi;
  • Responsabile della Progettazione - con il compito specifico di progettare i servizi ad espletarsi.
  • Responsabile della Formazione - stila annualmente il piano della formazione, con indicazione specifica dei corsi da attivare nel corso dell’anno e degli argomenti da affrontare;
  • Medico competente - ha il compito di sottoporre a visita periodica il personale e svolge anche funzione di formatore nei percorsi di formazione/aggiornamento.
  • Psicologo Supervisore - ha il compito di supervisionare gli operatori dei Servizi; presiede incontri di equipè; è Esperto e Consulente.
  • Psicoterapeuta – Supervisore, Esperto e Consulente presso il Centro Diurno socio riabilitativo per Disabili.

Per Aree Specifiche
  • Fisioterapista elabora ed attua direttamente interventi di prevenzione, diagnosi, cura e riabilitazione nelle aree della motricità.
  • Tecnico della Riabilitazione Psichiatrica nell’ambito di un progetto terapeutico elaborato in équipe multidisciplinare, svolge interventi riabilitativi ed educativi su soggetti con disabilità psichica.
  • Logopedista - Esperto e Consulente.
  • Neurologo - Esperto e Consulente.

OUTSOURCING


Outsourcing – soggetti esterni ai quali sono attribuite funzioni e incarichi di particolare rilievo per innalzare la qualità del Servizio.

Qualità
La Cooperativa è in possesso della Certificazione di qualità UNI EN ISO 9001:2008 “per la
progettazione ed erogazione di Servizi di Socio educativi e riabilitativi per anziani, disabili, minori e nuclei multiproblematici in regime domiciliare, residenziale e semiresidenziale” rilasciata del RINA nel 2008.

Sicurezza
Il Responsabile della Sicurezza corrisponde alla figura del Coordinatore , che si fa supportare da un esperto in materie giuridiche della Società: ErgoCenter Italia (Sorveglianza Sanitaria) e Ing. Mario Montagna (Servizio di Prevenzione e Protezione). Responsabile per attività di consulenza in materia di Autocontrollo Alimentare (HCCP) è la società Eurotec
Etica
La Cooperativa sta implementando il Sistema di Gestione della Responsabilità sociale – Etica in accordo alla Norma SA8000:2008, con l’obiettivo di ottenere la certificazione dall’Ente di Certificazione Rina entro il 30/07/2015.

I Portatori di Interessi – stakeholder


La Responsabilità Sociale d’Impresa intende considerare, all’interno delle decisioni aziendali, tutte le aspettative legittime delle varie categorie di stakeholder bilanciandole e integrandole nelle strategie aziendali”.

Portatori di interessi interni

Portatori di interessi esterni
per i quali si deve specificare la natura del rapporto instaurato

L’azienda ha individuato i propri stakeholders in:
Stakeholders interni:
-Soci
-Dipendenti

Stakeholders esterni:
-Clienti
-Fornitori
-ASL
-INPS
-INAIL
-Ispettorato del Lavoro
-Enti appaltanti
-Provincia di Bari, Lecce, BAT…..
-Regione Puglia
-Organizzazioni Sindacali
-Istituti di Credito ed altri enti finanziatori
-Guardia di Finanza
-Comando Carabinieri
-Polizia dello Stato
-Enti di Certificazione
-ONG (WWF)
-Investitori/Soci

In relazione a questi stakeholders le aspettative attese dall’azienda come risultato dell’adozione della norma SA 8000 possono essere così sintetizzate:

a) garantire l’affidabilità e tutelare l’immagine dell’azienda, in relazione al rispetto dei diritti umani dei lavoratori, attraverso l’adozione di un Sistema di Gestione della Responsabilità Sociale;
b) generare maggiore fiducia nell’azienda da parte dei clienti e delle organizzazioni sociali, dimostrando il rispetto di principi etici e sociali;
c) armonizzare i rapporti con le istituzioni facilitando le relazioni con gli Enti deputati al controllo di specifici adempimenti (assistenza, controllo della sicurezza, previdenza, ecc.)
d) monitorare il comportamento socialmente responsabile dei propri fornitori.

LAVORO INFANTILE


L’azienda non utilizza e non intende utilizzare e favorire l’utilizzo di lavoro infantile.
Visto il requisito della norma l’azienda si è dotata di una procedura per la definizione di appropriati piani di rimedio per garantire il supporto dei bambini eventualmente coinvolti. È da dire che tale evenienza, vista la normativa di riferimento nel nostro contesto, risulta altamente improbabile.
È anche vero però che in altri contesti sempre più vicini alla nostra economia, ove le normative non sono così a tutela del bambino, tali situazioni sono all’ordine del giorno.
Per questo la Cooperativa, riconoscendo e condividendo tale principio, si è impegnata nella diffusione della cultura a salvaguardia dei principi di tutela del bambino.
In appendice è presente l’obiettivo di miglioramento che l’organizzazione si è prefissata di perseguire nel c.a. in merito al presente requisito.

LAVORO OBBLIGATO


Tutte le persone che l’azienda impiega prestano il loro lavoro volontariamente. L’azienda non ammette che il lavoro prestato dalle persone che impiega sia ottenuto dietro minaccia di una qualsiasi penale.
Per assicurare la piena volontarietà di qualsiasi prestazione, l’azienda si impegna su più fronti:
1. garanzia che tutti i lavoratori siano pienamente consapevoli dei diritti e doveri derivanti dal loro contratto di lavoro. Nel corso del tempo sono stati predisposti appositi ordini di servizio e di direzione che hanno regolamentato aspetti quali:
l’accesso al lavoro: orario, ferie, straordinario ecc.
norme di comportamento

2. Raccogliere eventuali segnalazioni da parte di chiunque, ravvisi una violazione di tale principio, per questo infatti ha predisposto anche una cassetta delle idee interna e ha previsto un apposito modulo di segnalazione per la gestione delle NC.

3. Organizzazione di incontri formativi e discussione sulla coerente applicazione dei principi alla realtà lavorativa.

4. Analisi di eventuali situazioni che possono indurre obbligo del lavoratore nei confronti Della Cooperativa.

Nessun lavoratore ha mai lasciato in deposito in azienda denaro o copie originali di documenti.

In appendice è presente l’obiettivo di miglioramento che l’organizzazione si è prefissata di perseguire nel c.a. in merito al presente requisito.

SALUTE E SICUREZZA


La questione della sicurezza è stata posta con forza al centro dell’attenzione dell’attività di organizzazione del lavoro, al fine di garantire ai lavoratori e a chiunque altro possa essere coinvolto nelle attività aziendali un luogo di lavoro sicuro e salubre. Iniziative e misure diverse sono state adottate per prevenire incidenti, danni alla salute e altre cause di pericolo.
Le principali misure adottate
è stato nominato un responsabile della salute e sicurezza dei lavoratori;
è stato realizzato un piano di adeguamento e nuova valutazione dei rischi.

Nella predisposizione attuale dell’azienda sono stati considerati gli aspetti legati alla sicurezza e idoneità degli ambienti di lavoro. Vista l’immagine che l’azienda vuole trasmettere anche al pubblico e ai clienti i locali risultano soggetti a continui miglioramenti e manutenzioni. È costante il monitoraggio sul funzionamento di impianti e macchine, per verificare costantemente l’idoneità e la sicurezza;
Responsabilità, procedure, istruzioni operative per il supporto e l’indirizzo dei comportamenti individuali sono state formalizzate in un regolamento interno, condiviso con i lavoratori;
E’ stato definito un piano di evacuazione e antincendio;
E’ stato elaborato un piano di sorveglianza sanitaria per ciascun dipendente che prevede un protocollo di base di accertamenti sanitari (esami strumentali e di laboratorio) per singola mansione;
Anche nel corso del 2014 sono stati organizzati momenti di formazione per tutti i lavoratori su temi di salute e sicurezza, tali momenti saranno ripetuti anche nel 2015.

Infortuni e malattie nei luoghi di lavoro
Tali eventi nonostante l’attenzione dell’azienda non possono essere limitati se non con la continua formazione e sensibilizzazione che tra l’altro l’azienda già si è impegnata a fare. Durante il 2014 sono stati registrati solo 4 infortuni di cui tre risoltisi con l’assegnazione di pochi giorni di malattia.

Malattie professionali
L’incidenza delle malattie professionali è nulla , per numero e per tipologia.
Non sono mai stati infatti rilevati casi di patologie professionali imputabili alle mansioni svolte dagli addetti.

Attività di prevenzione e formazione
Il miglioramento degli indici di salute e sicurezza è strettamente legato alle attività di prevenzione e di sensibilizzazione, all’organizzazione di corsi di formazione e all’acquisto, e distribuzione, di dispositivi di protezione individuali.

Temi oggetto delle attività di formazione
Le attività di formazione e prevenzione sono state definite in collaborazione con i diversi responsabili nominati in ambito di sicurezza sul luogo di lavoro. Ogni anno sono previste sensibilizzazioni in materia di salute e sicurezza, cui partecipa la quasi totalità dei lavoratori.
Il RSPP consulente esterno all’azienda, ha già ottenuto l’attestato di qualifica ed aggiornamento professionale secondo quanto stabilito dalla normativa vigente.
Tutti gli addetti impiegati/operatori sono stati dotati di appositi dispositivi di protezione individuali, il cui costo medio sostenuto dall’azienda negli ultimi anni è rimasto costante quale indice di regolare utilizzo da parte del personale.

In appendice è presente l’obiettivo di miglioramento che l’organizzazione si è prefissata di perseguire nel c.a. in merito al presente requisito.

LIBERTA’ DI ASSOCIAZIONE E DIRITTO ALLA CONTRATTAZIONE COLLETTIVA


L’azienda rispetta il diritto di tutto il personale di formare e aderire ai sindacati di loro scelta, e il diritto dei lavoratori alla contrattazione collettiva. L’azienda garantisce che l’adesione ad una organizzazione sindacale non è motivo di alcun tipo di discriminazione e che i lavoratori possono, se vogliono, comunicare liberamente con i rappresentanti sindacali, nei luoghi di lavoro. In tale caso l’azienda, comunque, metterà a disposizione spazi aziendali appositi per lo svolgimento delle riunioni sindacali.

Tipologia dei contratti aziendali
Tutti i contratti di lavoro sono conclusi richiamando i contratti collettivi di categoria. Copia del contratto collettivo in vigore applicato è in azienda a disposizione dei lavoratori.

In appendice è presente l’obiettivo di miglioramento che l’organizzazione si è prefissata di perseguire nel c.a. in merito al presente requisito.

DISCRIMINAZIONE


L’azienda garantisce pari opportunità a tutte le persone che vi lavorano e non ammette alcuna forma di discriminazione. Il nuovo personale è assunto sulla base di parametri oggettivi in termini di formazione, esperienze e abilità in relazione alle funzioni da ricoprire.
Il lavoro è remunerato secondo le indicazioni contenute nei Contratti Collettivi Nazionali del settore di appartenenza. Le stesse fonti normative disciplinano promozioni, licenziamenti e pensionamenti.
Per tutti i lavoratori, indipendentemente dalle mansioni loro attribuite, sono organizzati corsi di formazione sui temi salute e sicurezza e responsabilità sociale.
Non vi è alcuna interferenza con la libertà di ciascun lavoratore di seguire i propri principi (religiosi, morali, ecc.) è infatti rispettato il diritto di festività.
L’integrità dei lavoratori è salvaguardata e non sono ammessi comportamenti offensivi della loro sfera personale.
Nella realtà attuale su 271 lavoratori:
il 9,59% è costituito da personale maschile (26 su 271), con una retribuzione in linea con quella maschile e nel rispetto del CCNL di settore;
il 7,38 % del personale (20 su 271) è assunto con contratto a tempo determinato;
a tutto il personale è applicato il CCNL Cooperative Sociali

Oltre ad una disponibilità costante di confronto con i dipendenti, l’organizzazione dà la possibilità a ciascun dipendente di esprimere, in forma anonima, il proprio parere rispetto a vari aspetti legati alla vita aziendale tramite un questionario sul “Clima interno”. La direzione inoltre dà la possibilità di inoltrare reclami in modo anonimo attraverso l’utilizzo di una “cassetta dei reclami” posta in ogni cantiere e accessibile a tutti.
In appendice è presente l’obiettivo di miglioramento che l’organizzazione si è prefissata di perseguire nel c.a. in merito al presente requisito.

PROCEDURE DISCIPLINARI


Sebbene l’organizzazione si impegni ad ottenere la collaborazione e la partecipazione di tutti i lavoratori, e sebbene rispetti l’integrità fisica, mentale ed emotiva di ciascuno, attua quanto definito negli articoli dal 69 al 75 del cap. XII del CCNL “Norme comportamentali e disciplinari”. In bacheca è affissa una sintesi dei contenuti al fine che siano note a tutti le “Procedure disciplinari”.

In appendice è presente l’obiettivo di miglioramento che l’organizzazione si è prefissata di perseguire nel c.a. in merito al presente requisito.

ORARIO DI LAVORO


La Cooperativa ha definito gli orari di lavoro per ciascuna delle commesse acquisite sulla base dei servizi da erogare.
Ogni lavoratore è informato dell’orario di inizio e fine lavoro al momento della stipula del contratto di lavoro e ogni volta che subentra un cambiamento di mansione. I turni di lavoro sono stabiliti su base settimanale, comunicati e affissi in bacheca.
Eventuali ore di lavoro straordinario, richieste al lavoratore in via eccezionale ed in modo saltuario dal Datore di Lavoro, vengono concordate con il lavoratore e comunque non possono superare il monte ore previsto dal CCNL.
La Cooperativa rispetta il CCNL applicato e le relative normative, le eventuali ore di straordinario effettuate vengono trattate e remunerate così come previsto da contratto.

In appendice è presente l’obiettivo di miglioramento che l’organizzazione si è prefissata di perseguire nel c.a. in merito al presente requisito.

RETRIBUZIONE


La retribuzione viene resa nota a tutti i dipendenti al momento dell’assunzione ed è in linea con il CCNL applicato.
L’organizzazione garantisce inoltre che:
la retribuzione viene calcolata e corrisposta senza nessuna forma di discriminazione;
le eventuali trattenute sul salario non sono dovute a scopi disciplinari;
la composizione del salario e delle indennità retributive sono indicate chiaramente;
la busa paga è tale da descrivere dettagliatamente le singole voci che la compongono ed inoltre a richiesta, il responsabile amministrativo fornisce ogni necessaria informazione;
non vengono messi in atto accordi di lavoro in nero o falso apprendistato.

In appendice è presente l’obiettivo di miglioramento che l’organizzazione si è prefissata di perseguire nel c.a. in merito al presente requisito.


SISTEMA DI GESTIONE

La Cooperativa ha implementato un sistema di gestione della responsabilità sociale conforme alla Norma SA8000: 2008 attraverso il coinvolgimento dei lavoratori e delle parti interessate.
L’organizzazione ha effettuato interventi formativi in tema di Responsabilità Sociale.

Tutta la documentazione prodotta è messa a disposizione dei dipendenti presso gli uffici aziendali.
Al fine di verificare il rispetto della norma SA8000, il sistema di Responsabilità Sociale è costantemente monitorato nel corso dell’anno, attraverso la produzione e l’analisi degli indicatori SA8000.

La Direzione inoltre riesamina periodicamente, attraverso il Riesame della Direzione, la propria Politica di Responsabilità sociale per quel che riguarda in particolare:
l’adeguatezza
l’appropriatezza
l’efficacia.
In tale occasione viene valutata anche l’efficacia delle procedure aziendali, le opportunità di modifica e di miglioramento degli obiettivi, la situazione dei reclami, delle azioni correttive e preventive e delle attività di formazione e comunicazione.

Il presente Bilancio Sociale SA8000 sarà reso pubblico mediante invio tramite e – mail alle parti interessate, è pubblicato sul sito internet dell’organizzazione e messo a disposizione presso la sede dell’azienda affinché tutti possano avere informazioni circa il comportamento sociale della Cooperativa

In appendice è presente l’obiettivo di miglioramento che l’organizzazione si è prefissata di perseguire nel c.a. in merito al presente requisito.

PIANO E OBIETTIVI DI MIGLIORAMENTO


LAVORO INFANTILE
OBIETTIVO
AZIONE
RESPONSABILITA’
RISORSE
INDICATORI
TARGET
TEMPI
ESITO
Verificare il rispetto del requisito “lavoro infantile” in azienda e presso i fornitori
Esecuzione di Audit interno e richiesta d’adesione ai principi SA 8000 ai fornitori
Responsabile Acquisti - Rappresentante della DG per la responsabilità sociale.
Personale in organico
Nr. Giovani lavoratori (età ≤16) rilevati
0
31.12.15

LAVORO FORZATO OBBLIGATO
OBIETTIVO
AZIONE
RESPONSABILITA’
RISORSE
INDICATORI
TARGET
TEMPI
ESITO
Verificare il clima interno e l’ambiente lavorativo al fine di verificare casi di lavoro forzato/obbligato in azienda
Programmata indagine sul clima interno attraverso somministrazione di questionario da distribuire 1 vlt durante il 2015 a tutti i dipendenti di tutti i cantieri attivi
RS (Rappresentante dei lavoratori per l’Etica) – RSGE (Rappresentante della DG per l’Etica)
Coordinatori
Personale in organico
Casi di lavoro obbligato riscontrati
0
31.12.15

SALUTE E SICUREZZA
OBIETTIVO
AZIONE
RESPONSABILITA’
RISORSE
INDICATORI
TARGET
TEMPI
ESITO
1) diminuzione del n° di infortuni;

Sensibilizzazione e formazione del personale

EQS Comitato responsabili sistemi di gestione Etica, Qualità, RSPP
RSPP e personale interno all’organico
1a) Nr. infortuni

1b) Giornate di assenza per infortunio

15



300 gg






31.12.15

LIBERTA’ DI ASSOCIAZIONE E DIRITTO ALLA CONTRATTAZIONE COLLETTIVA
OBIETTIVO
AZIONE
RESPONSABILITA’
RISORSE
INDICATORI
TARGET
TEMPI
ESITO
1) migliorare il dialogo tra DL e dipendenti

favorire libere riunioni del personale e libertà di adesione ai sindacati

RS (Rappresentante dei lavoratori per l’Etica) - RSGE (Rappresentante della DG per l’Etica)
Personale interno all’organico;

Numero iscritti al Sindacato

20%

31.12.15

2) miglioramento del clima aziendale e dei rapporti personali e professionali all’interno dell’azienda
Indagine sul Clima interno
RS (Rappresentante dei lavoratori per l’Etica) - RSGE (Rappresentante della DG per l’Etica)
Gruppo di lavoro incaricato a raccogliere e analizzare i dati dell’indagine
Tasso di soddisfazione del personale
80%

31.12.15
30.06.16

DISCRIMINAZIONE
OBIETTIVO
AZIONE
RESPONSABILITA’
RISORSE
INDICATORI
TARGET
TEMPI
ESITO
1) Mantenere la presenza maschile e aumentarla gradualmente
Prevedere selezioni del personale non discriminatorie
RSGE (Rappresentante della DG per l’Etica), PE (responsabile del personale)
Personale interno all’organico



Presenza % maschile in azienda
15%
31.12.15

2) Monitorare la discriminazione
Gestione dei reclami e valutazione questionario clima interno
RSGE (Rappresentante della DG per l’Etica), RS (Rappresentante dei lavoratori per l’Etica)
Personale interno all’organico


2a) Esito indagine questionario clima interno;
2b) Nr. Reclami su discriminazione
80%




5%

30.06.16





31.12.15

PROCEDURE DISCIPLINARI
OBIETTIVO
AZIONE
RESPONSABILITA’
RISORSE
INDICATORI
TARGET
TEMPI
ESITO
Mantenere basse le applicazioni di procedure disciplinari formali
Verifica dell’applicazione di pratiche disciplinari
Direzione - RSGE Rappresentante della DG per l’Etica
Personale interno organico
Nr. casi
10
31.12.15

ORARIO DI LAVORO
OBIETTIVO
AZIONE
RESPONSABILITA’
RISORSE
INDICATORI
TARGET
TEMPI
ESITO
Rispettare le ore massime di straordinario previste dal CCNL per addetto
Esecuzione di verifica audit interno;
Nel corso del secondo semestre 2015 si
adotterà un sistema di
monitoraggio, finalizzato a
tener sotto controllo gli straordinari, per
salvaguardare la tutela
psicofisica del lavoratore
Direzione - RSGE Rappresentante della DG per l’Etica – Responsabile del Personale
Personale interno all’organico
Nr. Addetti con 200h di straordinario all’anno
20
31.12.15

RETRIBUZIONE
OBIETTIVO
AZIONE
RESPONSABILITA’
RISORSE
INDICATORI
TARGET
TEMPI
ESITO
Verificare le tipologie di contratto
Garantire la remunerazione prevista dal CCNL eseguire monitoraggio
Amministrazione – Direzione - RSGE (Rappresentante della DG per l’Etica)
Personale in organico
% tipologia di contratti /ore
5% a tempo determinato

31.12.15

SISTEMA DI GESTIONE
OBIETTIVO
AZIONE
RESPONSABILITA’
RISORSE
INDICATORI
TARGET
TEMPI
ESITO
Attivare procedure efficaci di controllo sui fornitori
Sollecitare i fornitori all’invio dei quesiti richiesti
AQ (Responsabile acquisti) - RSGE (Rappresentante della DG per l’Etica)
Gruppo di lavoro incaricato ad analizzare i dati
Nr. di fornitori che rispondono ai requisiti della SA 8000
40%
31.12.15

Motivare e sensibilizzare il personale alla SA 8000
Attivazione di incontri con l’aiuto di consulenti esterni
PE (Responsabile del personale)
Personale in organico e risorse economiche necessarie
% partecipanti ai corsi di sensibilizzazione
90%31.12.15
31.12.15




Aree Territoriali di Intervento


La Cooperativa Solidarietà opera nelle Regioni di Puglia e Basilicata nei seguenti Comuni e Ambiti Territoriali. Nello Specifico per la Puglia:






























Per la Basilicata:

Servizi e Progetti – Anno 2014








Elenco Strutture


Centro socio-educativo diurno "La Locomotiva" Art. 52 R.R. n 4/2007
ubicato in Binetto Strada Provinciale per Sannicandro s.n.c.
Autorizzato con Atto n. 418 del 13.05.2011

Centro diurno socio-educativo e riabilitativo "La Locomotiva" Art.60 R.R. n.4/2007
ubicato in Binetto Strada Provinciale per Sannicandro s.n.c.
Iscritto nel Registro Regionale delle strutture e dei Servizi per Disabili con Atto Dirigenziale n. 636 del 04/07/2011

Comunità socio-riabilitativa art. 57 R.R. n. 04/07
ubicato a Corato tra le vie Santa Maria, Fausto Coppi e Azzariti
Iscritta nel Registro Regionale delle Strutture e dei Servizi autorizzati all’esercizio delle attività
Socio-Assistenziali, destinate ai disabili con Atto n. 358 del 13 maggio 2010

Centro Aperto Polivalente per Minori Art.104 R.R. n. 04/07
ubicato a Noci in via Romanazzi s.n.
Iscritto nel registro delle strutture e dei servizi autorizzati all'esercizio delle attività socio-assistenziali
destinate ai minori, con Atto Dirigenziale del Servizio Politiche per il Benessere Sociale e e le Pari Opportunità n. 1237 del 16 Dicembre 2011 ai sensi della Legge Regionale 10 Luglio 2006 n.19 (Art. 53, comma 1 lettera a).

Centro socio-educativo diurno "Strade Nuove" Art. 52 R.R. n 4/2007
ubicato a San Cesario di Lecce, via Sicilia, Iscritto nel Registro delle Strutture e dei Servizi autorizzati all'esercizio delle attività destinate ai minori del Centro Socio-Educativo diurno (art.52 R.R.) Determinazione n. 739 del 06/08/2014;
Autorizzata al Funzionamento con Atto n.12 del 22/05/2014

Centro diurno socio-educativo e riabilitativo “Solidarietà” Art.60 R.R. n.4/2007
ubicato a Corato tra le vie Santa Maria, Fausto Coppi e Azzariti
Iscritto con Atto n. 630 del 21/09/2010 nel registro regionale delle strutture e dei
Servizi autorizzati all’esercizio delle attività Socio-Assistenziali, destinate a persone diversamente abili

Centro Risorse per le Famiglie Locorotondo (BA)Gestione in seguito ad affidamento gara di Appalto

Centro di Pronta Accoglienza Comunità Alloggio Melfi Autorizzazione Comune di Melfi Det. Resp.
Area Servizi alla Cittadinanza n.975 del 2 Luglio 2013

Sinapsi - Sportello Informativo a Persone Straniere Immigrate Bari Via Principe Amedeo 508/a
(presso il centro sono stati attivati corsi di lingua italiana, finalizzato alla certificazione CILS, utile per il
conseguimento del permesso di soggiorno);

Internet Social Point Cafè- oltre ad essere un punto di incontro per le persone diversamente abili,
per le donne e per i soggetti svantaggiati in genere, fornisce informazioni utili sul lavoro e la formazione,
sulla pubblica amministrazione, sugli eventi promossi all'interno
dell'Internet Social Point stesso o sul territorio di riferimento.

Nodo Antidiscriminazione / Nodo Locale di Binetto (Rete Pugliese Dei Nodi Locali Antidiscriminazione -
D.G.R Del 27 Luglio 2010 N.1764 E D.G.R 29 Marzo 2011 N.592 - Convenione Siglata il 14 Dicembre 2011);

Asilo Nido sito in Toritto art. 53 R.R. n.04/07
ubicato a Toritto in via Della Vittoria, 42
Autorizzazione Definitiva al Funzionamento n.70 del 27/12/2013 - Rilasciata dal Comune di Toritto
Iscritta nel Registro delle Strutture e dei Servizi autorizzati all'esercizio delle attività socio-assistenziali
destinate ai minori della struttura “Asilo Nido – Toritto” n. 0075 in data 29 Gennaio 2014


Altre Attività

  • Centro Estivo
  • Lo Sportello Informahandicap
  • Servizio di Telesoccorso e Teleassistenza
  • Trasporto Assistito
  • Banco di Solidarietà
  • Messa alla Prova - Collaborazione con il Ministero di Grazia e Giustizia


Formazione


La Cooperativa prevede annualmente un piano di formazione/aggiornamento professionale finalizzato a migliorare le competenze tecnico professionali degli operatori attraverso moduli teorico/pratici specifici per le singole figure.

La formazione comprende la trasmissione e l’acquisizione di competenze specifiche alla professione di competenze generali e personali che consentiranno alle persone in formazione di accedere al mondo del lavoro e di integrarsi nella società.

I percorsi formativi organizzati dalla Cooperativa hanno lo scopo di trasferire ai lavoratori competenze teoriche e operative direttamente applicabili nell’ambito educativo. Sono basati sulla nostra esperienza nel settore, maturata nel corso di diversi anni e sulle nostre conoscenze teoriche, frutto di numerosi anni di studio e di specializzazione sulla problematica, nonché del continuo aggiornamento mediante l’approfondimento della più recente letteratura scientifica.
I percorsi formativi sono articolati nel seguente modo: Corsi teorico-pratici; Workshop; Seminari; Training intensivi. I nostri percorsi formativi sono rivolti a: Lavoratori; Operatori sanitari e socio-sanitari (psicologi, educatori, medici, ecc…); Insegnanti e personale scolastico; Laureandi e neo-laureati in Psicologia e Scienze dell’Educazione; Familiari e volontari; Enti pubblici e privati che operano nel settore.
Per la realizzazione degli interventi formativi, la Cooperativa Solidarietà, da anni, collabora con il Consorzio Consulting Scuola d'impresa e alta formazione con sede formativa a Noci, accreditata presso la Regione Puglia.

La Cooperativa Solidarietà organizza i seguenti corsi di formazione obbligatoria per lavoratori:
  • Sicurezza, Prevenzione E Protezione -Corso relativo alle disposizioni previste per ogni singolo servizio gestito dalla Cooperativa;
  • Sicurezza Alimentare -Corso rivolto a tutti quelli operatori che entrano in rapporto con la preparazione o la distribuzione del cibo;
  • Prevenzione Incendi -Formazione obbligatoria per addetti antincendio in attività a rischio
  • Primo Soccorso -Formazione obbligatoria per addetto al primo soccorso in azienda
  • Privacy -Formazione per Responsabile del trattamento dei dati personali.


Aggiornamento degli Operatori
Solidarietà organizza e gestisce corsi di formazione e aggiornamento per il personale utilizzato sia nei Servizi Socio-Assistenziali ed Educativi.
per l'area Assistenza alla Persona:
  • Corso di formazione “Servizi alla Persona” - 30 Ore Teorico - Pratiche
  • Corso di formazione in “Primo Soccorso Aziendale” - 12 Ore Teorico - Pratiche
  • Corso di formazione per Operatore addetto alla cura della Persona al domicilio e sul territorio – 35 Ore Teoriche / 10 Ore di Tirocinio
  • Ciclo di Aggiornamento sulla Relazione di Aiuto, problemi assistenziali per l'anziano e il disabile, gestione delle emozioni – 9 Ore Teoriche
per l'area Educativa
  • Corso per Mediatore Familiare – 400 Ore Teorico – Pratiche
  • Corso di formazione per Assistente Specialistico Educativo per disabili - 25 Ore Teorico - Pratiche
  • Ciclo di Aggiornamento sulla funzione educativa, il ruolo dell'educatore e il rapporto con la famiglia – 9 Ore Teoriche
La Cooperativa Solidarietà promuove la formazione dei propri operatori anche presso enti esterni:
  • Corso di Formazione in collaborazione con l'Associazione Sophis – Verbal Behavior nel trattamento dei disturbi dello spettro autistico.
  • Corso di Formazione con il Centro Studi Forepsy “ADHD e DOP – dall'individuazione precoce all'intervento”;
  • Corsi di riqualificazione per OSS organizzati e gestiti da enti di formazione accreditati presso la Regione Puglia
  • Corso di formazione teorico-pratico: “ABA e adattamento all’autismo” dal Centro Studi Prometeo di Reggio Calabria e Corso Teorico Pratico “STRATEGIE EDUCATIVE PER
    L’AUTISMO
  • Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia
    Facoltà di Scienze della Formazione in "TECNICHE COMPORTAMENTALI PER BAMBINI CON DISTURBI AUTISTICI ED EVOLUTIVI GLOBALI" in modalità FAD e-learning con teleconferenza. Partner con L'UNINT Università per l'attivazione del Master Universitario “Applied Behaviour Analysis (ABA) - 1500 ore (Anno 2015)

La Cooperativa ha sottoscritto convenzioni con l'Università degli studi di Bari – Facoltà di Scienze dell'Educazione e con la Facoltà di Scienze Politiche corso di Laurea in scienze del Servizio Sociale ed ha attivato percorsi di tirocinio formativo presso la cooperativa a laureati/Laureandi.


Tirocini Formativi / Convenzioni / Partnerchip e Collaborazioni


  • Servizio Politiche attive del Lavoro e Centri Territoriali per l’impiego (Provincia di Bari) Convenzione ai sensi dell’art. 11 ( commi 2 e 4 ) L. 68/99 – Collocamento disabili, per l’assunzione di Disabili;
  • Centro territoriale per l’impiego di Bitonto, di Bari, di Modugno e di Grumo Appula Convenzione per lo svolgimento di tirocinio formazione ed orientamento;
  • Borse Lavoro (Comune di Bari) Convenzione per l’inserimento di lavoratori disoccupati di lunga durata;
  • Facoltà di Scienze Politiche ( Corso di laurea in operatore dei Servizi Sociali ) dell’Università di Bari Convenzione per lo svolgimento di tirocinio di formazione ed orientamento (ai sensi dell’Art. 4, V° c., D.M. 25/3/1998,N. 142 );
  • Facoltà di Laurea in Scienze dell’Educazione e della Formazione dell’Università di Bari Convenzione per lo svolgimento di tirocinio di formazione ed orientamento (ai sensi dell’Art. 4, V° c., D.M. 25/3/1998,N. 142 );
  • Ikos-AgeForm – Via Dante, 3 Bari (BA) - Convenzione per la realizzazione di Tirocini Formativi e di Orientamento
  • Consorzio Consulting – Via Tommaso Fiore,15 NOCI (BA) – accordo di Partenariato
  • En.A.I.P. Puglia – Convenzione per la realizzazione di Tirocini Formativi e di Orientamento
  • Golden Service - Via E.Fieramosca,32 Noci(BA) – Accordo di Collaborazione per la realizzazione di Percorsi Formativi e di Orientamento.
  • Leader Soc. Coop. Consortile – Società di Servizi di Confcooperative Puglia – Sede di Bari – Convenzione di Partenariato
  • Associaizone Quasar – sede di Putignano(BA) – Convenzione per Attività di Stage
  • Associazione “Un Ponte per un Sorriso” - sede Gioia del Colle” Attività in favore di Soggetti Anziani e Disabili.
  • Progetto di intervento Educativo-Didattico “Dalla Valorizzazione delle differenze alla cultura dell’integrazione“ Università degli studi di Bari
  • Dipartimento di Scienze Pedagogiche e Didattiche – Comune di Modugno
  • Azienda Sanitaria Ba/4 – Distretto Socio-Sanitario
  • Componente del tavolo tecnico della disabilità – Comune di Bitonto
  • Progetto “ADOTT...AMARE” presentato dalle Dott.ssa Rutigliano, Dinatale, Abbisciano Cuocci, Graziano.
  • Ass. ONLUS “Li.As.S.” Partner del progetto “Cantiere di Attività per un uguaglianza di diritti per tutti”
  • Direzione Didattica Statale II Circolo – Modugno – Progetto ICFDal Modello ICF dell'OMS alla Progettazione nella scuola

Solidarietà ha partecipato al tavolo della concertazione per la stesura del Piano di Zona dei Distretti dei Comuni degli Ambiti di Gioia del Colle, Modugno, Grumo Appula, Putignano sottoscrivendo i documenti finali. Ha altresì dato il proprio apporto con le schede progettuali di alcuni servizi svolti sul territorio e per i quali ha esperienza (Anziani, Disabili, Minori). Collabora con l'Associazione ANGSA ; l'Associazione Prometeo (Formazione per l'autismo); il CPR (Centro per la riabilitazione) e il Servizio di Neuropsichiatria infantile del Policlinico di Bari, i Consultori familiari , il SE.r.T., il CSM, sia per la formazione che per consulenza e supporto ai servizi, con il Tribunale per i Minorenni di Bari dando anche supporto per la messa alla prova di minori a rischio. Aderisce al Forum Europeo di Mediazione Familiare, organizzando un corso di formazione riconosciuto dall’AIMEF per la formazione di Mediatori Familiari.


Servizio Civile Volontario


A partire da settembre 2006 , e per la durata di 12 mesi,
Progetto “MANO NELLA MANO”, con l’impiego di n. 12 volontari
nelle sedi della Cooperativa in Modugno, Binetto/Grumo Appula e
Gioia del Colle, impegnati in attività in favore di anziani, quali animazione e socializzazione, compagnia,
accompagnamento e piccole commissioni.

Da novembre 2007 è stato approvato per la durata di 12 mesi il progetto denominato
VOLIAMO INSIEME”
con l’impiego di n. 12 volontari nelle sedi della Cooperativa in Modugno,
Binetto/Grumo Appula e Gioia del Colle, in favore di diversamente abili.

Per l’anno 2008/2009 sono stati approvati due progetti, uno a favore dei disabili in cooprogettazione con la
Cooperativa Nuovi Orizzonti, per la durata di 12 mesi, con l’impiego di 4 volontari nella sede di Binetto
e un altro progetto denominato “Latte e cioccolato” , con l’impiego di 12 volontari nelle sedi di Modugno,
Binetto/Grumo Appula e Gioia del Colle, in favore di minori stranieri.

Per l'anno 2012/2013 è stato attivato il progetto “Ritorno a Futuro” che ha coinvolto 14 volontari su 4 Sedi
(Binetto, Modugno, Noci e Gioia del Colle). Il progetto è rivolto in favore delle persone anziane.

Per l'Anno 2014/2015 è stato attivato il progetto “Piccoli già Grandi

Per l'Anno 2015/2016 è stato appena approvato il progetto “COOPerare” per la prima volta per la Regione Basilicata

Sintesi Bilancio 2014


Fatturato Globale
2006 = € 912.552,00
2007 = € 1.216.181,00
2008 = € 1.332.652,00
2009 = € 1.431.649,41
2010 = € 1.819.968,00
2011 = € 2.010.137,00
2012 = € 2.177.316,00
2013 = € 3.004.071,00
2014 = € 3.789.739,00


Personale IN FORZA
  • al 31/12/2009 = 97 Unità
  • al 31/12/2010 = 136 Unità
  • al 31/12/2011 = 136 Unità
  • al 31/12/2012 = 146 Unità
  • al 31/12/2013 = 196 Unità
  • al 31/12/2014 = 252 Unità


Nessun commento:

Posta un commento